Takeda acquisirà TiGenix per €520M

Dic 14, 2021
admin

Takeda Pharmaceutical ha dichiarato oggi di aver accettato di acquisire lo sviluppatore TiGenix per la terapia con cellule staminali fino a €520 milioni (million 632 milioni) in un accordo progettato per rafforzare la pipeline di gastroenterologia in fase avanzata dell’acquirente e la presenza nel mercato delle cure speciali degli Stati Uniti.

L’accordo si basa su una partnership delle società, attraverso la quale TiGenix ha venduto a Takeda i diritti di licenza ex-USA per sviluppare e commercializzare Cx601 (darvadstrocel), un accordo fino a€390 milioni firmato a luglio 2016.

Cx601 è una sospensione di cellule staminali allogeniche di derivazione adiposa espanse. Il mese scorso, Cx601 è diventata la prima terapia con cellule staminali allogeniche a ricevere un parere positivo dal Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Agenzia europea dei medicinali. Tale raccomandazione dovrebbe costituire la base per un’autorizzazione all’immissione in commercio da parte della Commissione europea prevista per il primo semestre di quest’anno.

Cx601 dovrebbe essere indicato come trattamento delle fistole perianali complesse negli adulti con malattia di Crohn luminale non attiva / lievemente attiva, le cui fistole hanno mostrato una risposta inadeguata ad almeno una terapia convenzionale o biologica.

Negli Stati Uniti, Cx601 è oggetto di uno studio di fase III globale e pivotal che valuta la sua efficacia contro le fistole perianali complesse in pazienti con malattia di Crohn luminale non attiva/lievemente attiva. Takeda dice che sta anche esplorando limatura normativa di Cx601 in Giappone, Canada e mercati emergenti.

“Ho avuto l’opportunità di lavorare a fianco del team TiGenix durante tutta la nostra collaborazione e so che abbiamo condiviso obiettivi e competenze varie, ma complementari. Sono entusiasta della prospettiva di accoglierli come parte della nostra organizzazione”, ha detto Andrew Plump, MD, Ph. D., CMO e CSO, Takeda, in una dichiarazione.

Positivi di Fase III Risultati

Nel 2016, TiGenix strombazzato risultati di Fase III di AMMIRARE-CD studio che mostra una singola iniezione di Cx601 era statisticamente superiore al placebo nel raggiungimento combinato remissione alla settimana 52 nello studio 212-paziente intention-to-treat (ITT) distribuzione della popolazione, con il 54,2% combinato remissione alla settimana 52 rispetto al 37.1% nel braccio placebo.

Nella popolazione ITT modificata su 204 pazienti di tutti i pazienti randomizzati e trattati, con almeno una valutazione di efficacia post-basale, Cx601 ha mostrato una remissione del 56,3% alla settimana 52 rispetto a 38.6% per il placebo, TiGenix ha detto.

Takeda ha dichiarato che intende acquisire il 100% dei titoli con diritto di voto o dare accesso ai diritti di voto di TiGenix non già di proprietà di Takeda o delle sue affiliate ad un prezzo di acquisizione di €1,78 ($2,15) per azione in contanti e un prezzo equivalente per azione depositaria americana, warrant e bond convertibile.

Takeda ha detto che avrebbe discusso l’impatto finanziario dell’accordo nel suo anno fiscale 2018 previsioni di utili consolidati, che sarà annunciato a maggio quando la società terrà la sua conferenza sugli utili per la fine di FY2017.

TiGenix diventerebbe una consociata interamente controllata da Takeda dopo il completamento dell’acquisizione, che è prevista nel primo o secondo trimestre di quest’anno. L’accordo ha ottenuto il sostegno del consiglio di amministrazione di TiGenix, tra cui l’amministratore delegato e CEO Eduardo Bravo.

Anche accettando di offrire le loro azioni sono i maggiori azionisti di TiGenix, Grifols Worldwide Operations e la sua filiale di medicina rigenerativa Gri-Cel, che possiedono un combinato 14.4% delle azioni.

Oltre alla gastroenterologia, le altre due aree di interesse terapeutico di Takeda sono l’oncologia e i disturbi del sistema nervoso centrale, un’area che Takeda ha segnalato il suo intento di rafforzare attraverso una collaborazione per il trattamento della malattia di Alzheimer fino a$1.2 miliardi con Denali Therapeutics inchiostrata e annunciata separatamente oggi (vedi storia separata).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.