Residency vs. the real world: 5 cose che vorrei aver conosciuto

Feb 1, 2022
admin

Dr. Rosevear è un urologo nella pratica della comunità a Colorado Springs, Co. Urology Times blog presenti opinioni, consigli e notizie da urologi e altri professionisti di urologia. Le opinioni espresse dai blogger sono proprie e non riflettono necessariamente le opinioni di Urology Times o della sua società madre, MultiMedia Healthcare.

Proprio come ho imparato che l’erba non è davvero più verde dall’altra parte, sto imparando che la vita nelle trincee dell’urologia, come un urologo di piccola città, non è esattamente quello che pensavo sarebbe stato quando ero un residente. E sicuramente non è quello che mi è stato portato a credere che sarebbe stato alla scuola di medicina.

Con questo in mente, ho pensato di delineare alcune delle differenze tra le mie aspettative sull’urologia come studente/residente di medicina e le mie osservazioni sulla vita nel mondo reale. Per gli studenti di medicina e residenti là fuori, speriamo che questo vi farà meglio informati su cosa aspettarsi. Per i miei colleghi che praticano urologi, sono curioso di sapere se la tua esperienza rispecchia la mia.

1. Le abilità delle persone contano tanto quanto, se non di più, le abilità chirurgiche

Quando ho iniziato da solo, un chirurgo più saggio mi ha detto che i pazienti volevano un chirurgo affabile, disponibile e adeguato. In questo ordine. E mentre avrei dovuto ascoltarlo, non l’ho fatto. Avevo appena trascorso gli ultimi 6 anni della mia vita imparando il mestiere della chirurgia urologica ed ero convinto che il mio bisturi fosse almeno affilato come quello di tutti gli altri e probabilmente più nitido. Mi sbagliavo.

Le competenze chirurgiche contano e mentre gli infermieri e gli altri chirurghi in sala operatoria sanno chi può operare e chi no, non sono sicuro che i pazienti capiscano la differenza. Essere in tempo, sorridere, rispondere pienamente alle domande, restituire le telefonate-questi sono gli attributi che sembrano rendere felici i pazienti. Non sto in alcun modo suggerendo che essere un chirurgo competente non abbia importanza, ma guardando indietro vorrei aver capito l’importanza dell’aspetto più sociale del rapporto paziente-medico all’inizio della mia carriera.

2. I computer governano il giorno

Ricorda quando ti è stato detto per la prima volta che la medicina riguarda il paziente? Ci sono giorni in cui lo metto in dubbio. Penso che la dichiarazione moderna dovrebbe essere: la medicina è tutta una questione di documentare e ordinare l’ingresso. Un articolo del 2017 su Forbes è uno dei tanti che mostra che i medici trascorrono più tempo sui computer di quanto non facciamo con i pazienti. Non avevo idea che fosse il caso alla facoltà di medicina. Uno dei motivi per cui ho scelto la medicina era che odio lavorare sui computer, e pensavo che scegliere la medicina fosse un modo per evitare di dover passare ore a digitare su una tastiera.

Anche da Dr. Rosevear: Locum work una pausa rinfrescante dalla routine quotidiana

Sì, ho sentito gli argomenti, sia dal punto di vista della fatturazione (se non è documentato, non è successo) a un punto di vista del miglioramento della qualità (non possiamo progredire come campo a meno che non documentiamo ciò che facciamo in modo che possa essere rivisto e monitorato), ma i computer sono la rovina Forse se lavorassi per qualche sistema ospedaliero mostro con un enorme personale di supporto IT per aiutare, la vita sarebbe migliore. Ma come urologo indipendente di una piccola città, lavorare con quattro diversi EMR è probabilmente la parte meno preferita del mio lavoro. Ed è una parte del lavoro che diventerà più importante solo in futuro.

3. Gli ospedali non sono tuoi amici

Gli ospedali sono grandi aziende. Solo perché alcuni non sono a scopo di lucro non significa che non passano ore a monitorare la linea di fondo. Quando ero in residenza, ho ricevuto volantini quasi ogni giorno ed e-mail da vari ospedali promettendo somme ridicole di denaro come un medico impiegato. Mentre ammetto liberamente di aver commesso troppi errori da contare, non prendere uno di quei lavori e invece iniziare con uno stipendio molto più basso come associato in un piccolo gruppo di urologia è stata una delle migliori decisioni della mia vita. Tutti i medici impiegati che conosco hanno preso un enorme taglio di stipendio quando è arrivato il momento di rinegoziare il loro contratto, e tutti riferiscono che la burocrazia associata a questi grandi sistemi ospedalieri non è solo soffocante, ma meno efficiente e ha un impatto negativo sulla loro produttività.

Se c’è un consiglio che potrei dare ai residenti e agli studenti di medicina, sarebbe quello di affrontare qualsiasi posizione lavorativa ospedaliera con trepidazione. Mentre esistono eccezioni, se un’offerta sembra troppo bella per essere vera, a lungo termine, è probabile che lo sia.

Avanti: “Il numero di procedure che faccio è limitato e probabilmente dovrebbe essere” 4. Il numero di procedure che faccio è limitato, e probabilmente dovrebbe essere

Sia durante la scuola di medicina che in residenza, uno degli aspetti dell’urologia che ho amato è che un giorno potrei intervenire su un importante caso di oncologia robotica e il prossimo potrei assistere con un caso di ricostruzione pediatrica. La varietà di casi che ho visto e l’ampiezza della patologia che gli urologi trattano mi hanno attirato sul campo in primo luogo. Nel mondo reale, però, non è così.

L’efficienza è importante sia in clinica che in sala operatoria. Certo, sono fiducioso che potrei tranquillamente completare un uretere ileale, ma perché dovrei farlo quando conosco un chirurgo vicino che ha fatto 100 di loro, può fare il caso in metà del tempo e ha una squadra in atto per prendersi cura del paziente dopo? Probabilmente posso contare su una mano 95% dei casi che faccio.

Leggi – Principi: cosa fare nell’era delle fusioni e dei mega gruppi?

Henry Ford era corretto e i dati dei risultati chirurgici supportano il concetto che il volume è importante. Gli studenti di medicina e i residenti dovrebbero essere consapevoli che mentre l’American Board of Urology può pensare che sia importante che tutti gli urologi sappiano come trattare un’estrofia, ci sono un gran numero di questi casi che la maggior parte di noi non ha alcun trattamento commerciale.

5. Il risarcimento non è quello che è in TV

Non fraintendetemi, non conosco molti medici che frequentano le banche alimentari. Ma l’idea che ogni medico guidi una Porsche mentre fa la spola tra le loro due proprietà per le vacanze non è vera. Inoltre, i volantini che promettono ai residenti una compensazione del 95 ° percentile mentre vivono in una bella città universitaria sono semplicemente falsi. L’effetto Lago Wobegon colpisce ancora.

Il miglior vantaggio finanziario della medicina è la stabilità che il lavoro porta. Se fai un buon lavoro, sei gentile con i pazienti e sei disposto a lavorare sodo, ci sarà sempre un lavoro che paga facilmente il mutuo. Ogni residente e studente di medicina dovrebbe leggere il sito web White Coat Investor per una valutazione brutalmente onesta di cosa aspettarsi quando finalmente ricevono il loro primo stipendio del mondo reale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.