Puoi sfidare l’invecchiamento con la curcuma in 2020

Gen 22, 2022
admin

Utilizzato in India per migliaia di anni sia come spezia che come erba medicinale, parte della medicina ayurvedica, la curcuma è cresciuta in popolarità nel corso degli anni. È un’erba ben studiata nota per essere un metodo naturale efficace per aiutare a migliorare il modo in cui invecchiamo.

A volte chiamato zafferano indiano o la spezia dorata, la curcuma è una pianta alta dall’Asia e dall’America Centrale. Il suo colore giallo brillante viene regolarmente utilizzato in tutto il mondo come colorante. La curcuma disponibile sugli scaffali dei negozi è fatta delle radici macinate della pianta. La curcuma macinata può anche essere trovata in polvere di curry, così come alcuni tè e polveri.

L’ingrediente segreto

Tra i suoi vari nutrienti, la curcuma contiene anche composti con proprietà medicinali, i curcuminoidi più importanti. Di questi composti, il più importante è la curcumina. La curcumina è il principio attivo trovato in curcuma che contribuirà a fornire un sano e produttivo 2020.

Benefici per la salute della curcuma nel 2020

1. Contiene proprietà antinfiammatorie

Sì, l’infiammazione è importante. Questo perché aiuterà a proteggere il tuo corpo e riparare eventuali danni durante tutto l’anno. L’infiammazione a breve termine è benefica, ma qualsiasi cosa più lunga è un problema.

L’infiammazione cronica è stata accreditata come un ruolo importante nello sviluppo di malattie croniche come malattie cardiache, cancro e sindrome metabolica. Questo è il motivo per cui è importante trovare vari modi per ridurre naturalmente i livelli cronici di infiammazione.

Secondo una ricerca pubblicata sulla rivista Alternative Medicine Review, gli scienziati hanno scoperto che le proprietà antinfiammatorie della curcumina corrispondono all’efficacia dei comuni farmaci antinfiammatori, ma senza il rischio di effetti collaterali. Come tale, la curcumina può contribuire a ridurre il rischio come pure trattare una serie di circostanze.

2. Proteggerà la salute del tuo cervello  medicina culinaria / Longevità Live

Il fattore neurotrofico derivato dal cervello (BDNF) è una proteina cerebrale che aiuta a mantenere la salute del cervello aumentando i neuroni e formando nuove connessioni nel cervello. Infatti, secondo gli studi, alti livelli di BDNF sono stati collegati a una migliore memoria e a un ridotto rischio di malattia di Alzheimer (1, 2).

Fortunatamente, secondo uno studio sugli animali pubblicato sul Behavioural Brain Research journal, la curcumina è stata trovata per aiutare a aumentare i livelli di BDNF in un gruppo di ratti. Inoltre, uno studio separato sugli animali pubblicato sul Journal of Alzheimer’s Disease ha rilevato che la curcumina può essere in grado di eliminare le placche nel cervello associate alla malattia di Alzheimer.

3. Dovrai affrontare un rischio ridotto di malattie cardiache

Potrebbe essere un nuovo anno, ma le malattie cardiache sono ancora la causa di morte numero 1 al mondo. Detto questo, è importante prendere misure precauzionali per proteggere la salute cardiovascolare durante tutto l’anno. Un modo per farlo sarebbe attraverso l’uso di curcuma.

L’endotelio è il rivestimento dei vasi sanguigni e qualsiasi compromissione ad esso associata comporta un aumentato rischio di malattie cardiache. Questo perché aiuta a regolare la pressione sanguigna. Pertanto, è importante mantenere la funzionalità dell’endoteliale e sembra che la curcumina possa aiutare a farlo.

Secondo uno studio pubblicato sulla rivista Nutrition Research, la curcumina è risultata efficace quanto l’esercizio fisico per migliorare la funzione endoteliale.

4. Si può ridurre il rischio di cancro

Nel corso degli anni, la curcumina è stata studiata come un potenziale strumento per ridurre e possibilmente trattare diverse forme di cancro.

Vari studi hanno scoperto che la curcumina può aiutare a uccidere le cellule tumorali e inibire la crescita del tumore negli studi sulle provette e sugli animali (3, 4).

Inoltre, uno studio pubblicato sulla rivista Carcinogenesis ha rilevato che la curcumina ha contribuito ad aumentare la sensibilità del tumore alla chemioterapia nel cancro del pancreas.

5. Se hai l’artrite, migliorerai i tuoi sintomi

L’artrite coinvolge l’infiammazione delle articolazioni e date le proprietà antinfiammatorie della curcumina, ha senso che possa aiutare ad affrontare i sintomi dell’artrite.

Uno studio pubblicato sulla rivista Phytotherapy Research ha dato alle persone con artrite reumatoide 500 mg di curcumina, 50 mg di diclofenac sodico (una prescrizione di farmaci antinfiammatori non steroidei), o due in combinazione. Dopo otto settimane, i ricercatori hanno notato che il gruppo di soli curcumina ha notato miglioramenti significativi nei loro sintomi rispetto agli altri due gruppi.

 spezie | Longevità DAL VIVO 6. Aiuterai a gestire la tua depressione

Come accennato, la curcumina può aiutare a aumentare i livelli di BDNF. In effetti, la depressione è stata collegata a livelli ridotti di BDNF.

Detto questo, uno studio pubblicato sulla rivista Phytotherapy Research ha tentato di analizzare gli effetti della curcumina su individui depressi. Lo studio ha assegnato a caso 60 pazienti con un disturbo depressivo maggiore a uno dei tre gruppi: un gruppo ha ricevuto 20 mg di Prozac, un altro ha ricevuto 1.000 mg di curcumina e un terzo ha ricevuto una combinazione dei due. Dopo un periodo di sei settimane, i ricercatori hanno visto che il gruppo che ha assunto sia Prozac che curcumina ha sperimentato i migliori miglioramenti.

Inoltre, la ricerca trovata sulla rivista Psychopharmacology ha anche suggerito che la curcumina può aiutare ad aumentare i livelli di serotonina e dopamina – sostanze chimiche cerebrali che aiutano a regolare il tuo umore.

7. Si può prevenire il diabete

La ricerca ha scoperto che la curcumina può aiutare a gestire e prevenire il diabete.

Ad esempio, uno studio sugli animali condotto su topi obesi con diabete di tipo 2 e pubblicato nel Nutrition & Metabolism journal, ha scoperto che gli integratori di curcumina hanno contribuito ad abbassare i loro livelli di insulina nel sangue.

Inoltre, uno studio pubblicato sulla rivista Diabetes Care ha rilevato che i partecipanti pre-diabetici che hanno assunto l’estratto di curcumina per 9 mesi non hanno sviluppato il diabete. Inoltre, il 16% dei partecipanti che hanno assunto un placebo ha continuato a sviluppare il diabete dopo il periodo di 9 mesi.

8. Avrai una pelle più sana

Se il tuo obiettivo è avere una pelle più sana e più giovane nel 2020, allora il segreto per perfezionare la pelle risiede nella curcuma.

Come risultato delle sue proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche e antiossidanti, la curcuma può aiutare ad affrontare una serie di condizioni della pelle che includono eczema, acne e psoriasi.

Inoltre, la curcuma contiene anche proprietà anti-invecchiamento. Questo perché la curcuma è in grado di contrastare gli effetti di invecchiamento che viene fornito con danni del sole (5).

Utilizzando curcuma

1. Come spezia da cucina

Se stai cercando di usare la curcuma come spezia da cucina, che può essere acquistata online o dal tuo negozio di salute locale, sarai felice di sapere quanto sia versatile la spezia.

Può essere aggiunto a miscele di spezie, condimenti fatti in casa, frullati mattutini o anche un cocktail.

2. Come integratore  curcuma / Longevità LIVE

La curcuma è disponibile anche come integratore, poiché ogni pillola contiene fino al 95% di curcuminoidi. Detto questo, quando acquisti il tuo integratore di curcuma online, è importante assicurarsi che sia composto da curcuma organica, privo di OGM e che contenga BioPerine in quanto aiuta a migliorare l’assorbimento della curcumina.

3. Come olio essenziale

La curcuma è disponibile anche come olio essenziale. Al momento dell’acquisto di questo prodotto, è importante acquistare un olio di alta qualità. Inoltre, è importante diluire sempre l’olio con un altro olio vettore. Tali oli includono olio di cocco o olio di jojoba.

Akazawa N, Choi Y, Miyaki, et al., (2012), la Curcumina ingestione e di addestramento di esercizio di migliorare la funzione endoteliale vascolare in donne in post-menopausa, Nutrizione Ricerca, Volume 32, numero 10, Pagine 795-799, ISSN 0271-5317, https://doi.org/10.1016/j.nutres.2012.09.002

Aron S. Buchman, Lei Yu, Patricia A. Boyle, Julie A. Schneider, Philip L. De Jager, David A. Bennett, (2016). Neurologia, 86 (8) 735-741; DOI: 10.1212/WNL.0000000000002387
Bar-Sela, G., Epelbaum, R & Schaffer, M. (2009). Curcumina come agente anti-cancro: revisione del divario tra applicazioni di base e cliniche. Chimica medicinale corrente. 17. 190-7. 10.2174/092986710790149738.
Chandran, B. e Goel, A. (2012), Uno studio pilota randomizzato per valutare l’efficacia e la sicurezza della curcumina in pazienti con artrite reumatoide attiva. Phytother. Res., 26: 1719-1725. doi: 10.1002 / ptr.4639
Chuengsamarn, S., Rattanamongkolgul, S., Luechapudiporn, R., et al. (2012). Estratto di curcumina per la prevenzione del diabete di tipo 2. Cura del diabete. 35. 2121-7. 10.2337 / dc12-0116.
Dong, S., Zeng, Q., Mitchell, E. S., Xiu, J., Duan, Y., Li, C., Zh Zhao, Z. (2012). La curcumina migliora la neurogenesi e la cognizione nei ratti invecchiati: implicazioni per le interazioni trascrizionali legate alla crescita e alla plasticità sinaptica. PLoS uno, 7(2), e31211. doi:10.1371 / giornale.pone.0031211
Hurley, L, Akinfiresoye L, Nwulia E, Kamiya A, et al, (2013), Behavioural Brain Research,Volume 239, Pagine 27-30, ISSN 0166-4328, https://doi.org/10.1016/j.bbr.2012.10.049.
Jurenka, Julie. (2009). Proprietà antinfiammatorie della curcumina, uno dei principali costituenti della Curcuma longa. Una ricerca preclinica e clinica. Medicina alternativa review: un journal of clinical terapeutico. 14. 141-53.
Kim, Y., Rouse, M., González-Mariscal, I. et al. (2019). Nutr Metab (Lond) 16, 48 doi:10.1186 / s12986-019-0377-0
Kulkarni, SK, Bhutani ,MK & Bishnoi, M. (2008), attività antidepressiva della curcumina: coinvolgimento del sistema di serotonina e dopamina. Psicofarmacologia 201, 435, doi: 10.1007 / s00213-008-1300-y
Kusumawati I, Kurniawan K, Rullyansyah S, Prijo T, Widyowati R, et al, Proprietà anti-invecchiamento di Curcuma heyneana Valeton & Zipj: Un approccio scientifico al suo uso nella tradizione giavanese, Journal of Ethnopharmacology, Volume 225,(2018), https://doi.org/10.1016/j.jep.2018.06.038.
Ravindran, J., Prasad, S., & Aggarwal, B. B. (2009). Curcumina e cellule tumorali: quanti modi può curry uccidere le cellule tumorali in modo selettivo?. Il giornale AAPS, 11(3), 495-510. doi:10.1208 / s12248-009-9128-x
Sanmukhani, J., Satodia, V., Trivedi, J., Patel, T., Tiwari, D., Panchal, B., Goel, A. e Tripathi, CB (2014), Efficacia e sicurezza della curcumina nel disturbo depressivo maggiore: uno studio controllato randomizzato. Phytother. Res., 28: 579-585. doi: 10.1002 / ptr.5025
Yoshida K, Toden S, Ravindranathan P, et al, (2017), la curcumina sensibilizza le cellule tumorali pancreatiche alla gemcitabina attenuando la subunità PRC2 EZH2 e l’espressione lncRNA PVT1, Carcinogenesi, Volume 38, Numero 10, Pagine 1036-1046, https://doi.org/10.1093/carcin/bgx065
Zhang, L., Fiala, M., Cashman, J., et al, (2006). I curcuminoidi aumentano l’assorbimento di amiloide-β da parte dei macrofagi dei pazienti con malattia di Alzheimer. Giornale della malattia di Alzheimer: JAD. 10. 1-7. 10.3233 / JAD-2006-10101.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.