Gestione di uretra maschile, polipi nei bambini: l’Esperienza di quattro casi Eziyi AK, Helmy TE, Sarhan OM, Sig WM, Ghaly MA – Afr J Paediatr Surg

Feb 20, 2022
admin
Abstract

Congenita dell’uretra polipi area rara anomalia dell’uretra maschile che si possono presentare con caratteristiche di disfunzione minzionale o ostruzione. Sebbene l’incidenza esatta sia sconosciuta, sono importanti nella diagnosi differenziale dell’ostruzione uretrale inferiore nei bambini maschi. La loro diagnosi richiede un alto indice di sospetto a causa della variabilità della presentazione. Presentiamo la nostra esperienza con quattro casi di polipi uretrali maschili nei ragazzi con discussione sulla letteratura correlata.

Parole chiave: Bambini, ostruzione del tratto urinario inferiore, polipo uretrale

Come citare questo articolo:
Eziyi AK, Helmy TE, Sarhan OM, Eissa WM, Ghaly MA. Gestione dei polipi uretrali maschili nei bambini: esperienza con quattro casi. Afr J Paediatr Surg 2009; 6:49-51

Introduzione

I polipi uretrali sono una rara anomalia benigna insolita dell’uretra posteriore maschile. I polipi più comunemente derivano dal verumontanum e sono tipicamente coperti da epitelio di transizione su un nucleo fibromuscolare. I sintomi che presentano per la maggior parte dei pazienti comprendono la ritenzione urinaria, la tensione al vuoto, l’urgenza, la stranguria e l’ematuria. Questo rapporto ha discusso le presentazioni variabili e la gestione dei polipi uretrali maschili nei ragazzi e ha aggiunto alla letteratura esistente di polipi uretrali nei ragazzi.

Relazioni sui casi

Caso 1
Un bambino di 6 anni ha presentato una ritenzione urinaria della durata di 1 giorno. L’esame fisico non ha rivelato anomalie e il profilo di laboratorio era insignificante. L’ecografia transaddominale ha rallegrato la presenza di una piccola crescita polipoidale (8 mm) nell’uretra che si proietta nella vescica e una tomografia computerizzata (CT) ha rallegrato una lesione ipodensa che misura 0,5 X 1 cm nella base della vescica mentre l’uretrografia ascendente ha rallegrato la presenza di un difetto di riempimento nella base della vescica.
La cistouretroscopia ha rivelato un polipo uretrale sporgente dal verumontanum, con mucosa vescicale libera e orifizi ureterici normali. Il polipo è stato asportato con un resettoscopio e il paziente ha fatto bene.
Caso 2
Un ragazzo di 12 anni presentava dolore lombo destro della durata di 1 anno, aveva un reflusso versicoureterico diagnosticato a 5 anni e una storia passata di orchidopessi sinistra eseguita a 6 anni di età. L’esame clinico ha rivelato cicatrice inguinale sinistra. I profili di laboratorio erano insignificanti. Durante la cistouretroscopia, è stato scoperto per caso un polipo uretrale posteriore proveniente dal verumontanum. Le indagini radiologiche hanno mostrato che il reflusso era scomparso. Il polipo è stato asportato con un resettoscopio. L’esame istopatologico ha rivelato polipi fibroepiteliali senza evidenza di malignità. Il decorso postoperatorio è stato tranquillo.

Caso 3
Un bambino di 1 anno presentava una ritenzione urinaria acuta della durata di 2 giorni con storia medica e chirurgica passata irrilevante. L’esame clinico e le valutazioni di laboratorio erano insignificanti. Il cystourethrogram di svuotamento (VCUG) e la risonanza magnetica (MRI) hanno mostrato un difetto di riempimento alla base della vescica. La cistouretroscopia ha rivelato un polipo derivante dall’uretra prostatica proprio accanto alla linea mediana a sinistra che sporge attraverso il collo della vescica. È stata eseguita la resezione utilizzando un resettoscopio. Il risultato istopatologico era polipi fibroepiteliali senza evidenza di malignità.
Caso 4
Un bambino di 3 anni ha presentato un catetere uretrale a permanenza a causa di ritenzione urinaria da 3 mesi con storia medica e chirurgica irrilevante. L’esame clinico e i parametri di laboratorio erano essenzialmente normali. VCUG era normale. La cistouretroscopia ha mostrato una normale uretra anteriore e un polipo derivante dal verumontanum. La resezione del polipo è stata eseguita utilizzando un resettoscopio. L’esame istopatologico ha confermato un polipo uretrale benigno senza evidenza di malignità .

Discussione

I polipi uretrali sono una rara anomalia dell’uretra maschile. L’incidenza esatta non è nota, ma è stata in aumento negli ultimi 20 anni a causa di migliori tecniche diagnostiche. La metà dei casi riportati da Tsuzuki et al. sono stati scoperti senza alcun sintomo, suggerendo che i polipi fibroepiteliali sono più comuni dell’incidenza riportata nella letteratura clinica, sebbene siano ancora rari.
L’eziologia dei polipi uretrali è ancora controversa. Sono state proposte cause congenite, infettive, irritative, infettive, traumatiche e ostruttive. La presenza di un grande polipo nei neonati e nei neonati sani è un forte argomento a favore dell’origine congenita. Possono insorgere a causa di errori di sviluppo nel processo di invaginazione del materiale ghiandolare della zona interna della prostata. Downs postulato che i polipi il risultato di una protrusione difettosa della parete dell’uretra a causa di vestigia del Muller’ mentre Kuppusami et al. ha ipotizzato che l’estrogeno materno possa influenzare il cambiamento epiteliale secondario. Un’altra considerazione di Lou et al. è quello di un’anomalia congenita, che è stato il concetto più popolare. Redman et al. ha affermato che i polipi uretrali anteriori sono tutti aumentati dalla posizione dorsale 12-0 in profondità nell’uretra bulbare. È interessante notare che alcuni dei casi che sono stati segnalati come polipi fibroepiteliali “congeniti” hanno mostrato i loro primi sintomi clinici nell’adolescenza o nell’età adulta. , Tre dei quattro casi presentati entro i primi 6 anni, mentre un caso presentato a 12 anni.

Le più importanti diagnosi differenziali di polipi fibroepiteliali includono coagulo di sangue, valvola uretrale posteriore, cistite florida cistica et glandularis, cistite polipoide/papillare, papilloma uroteliale, papilloma invertito e rabdomiosarcoma della vescica. ,
I principali sintomi clinici sono ritenzione urinaria intermittente o acuta, dribbling postvoideo, infezione del tratto urinario, disuria, urgenza urinaria ed esitazione, ematuria terminale e svuotamento incompleto della vescica, enuresi. ,, Può essere asintomatico, o presentare come massa prolapsing attraverso l’uretra. Il secondo paziente in questo rapporto non ha avuto sintomi di ostruzione urinaria inferiore. In circa il 50% dei casi, i pazienti con polipi uretrali hanno associato patologia, in particolare reflusso vescico-ureterale, come nel caso 2 nel presente rapporto. Alcuni pazienti hanno anche ipospedie associate, idronefrosi unilaterale e diverticolo vescicale. A differenza delle valvole uretrali, i polipi non danneggiano il tratto urinario. Polipi uretrali sono stati riportati dalla vita neonatale a pazienti che sono 70 anni di età. ,
VCUG mostra spesso un difetto di riempimento nell’uretra , che può variare in posizione. ,, La lesione può anche essere rilevata mediante ecografia. La diagnosi viene quindi confermata dall’uretrocistoscopia, che mostrerà l’origine, la forma e le dimensioni del polipo. , l’imaging supplementare come la scansione CT non contrastante e la risonanza magnetica possono essere utili nell’escludere la diagnosi differenziale. L’ecografia ha mostrato il polipo solo nel caso 1 mentre VCUG ha mostrato la lesione nei casi 1 e 3 e l’uretrocistoscopia è stata diagnostica in tutti e quattro i casi e rimane l’indagine diagnostica. ,
L’elettrocauterizzazione di resezione endoscopica, il coltello freddo o il laser hanno solitamente successo e la cistostomia aperta è raramente richiesta. ,, Tutti i pazienti trattati finora hanno fatto bene postoperatorio. Solo un paziente con polipo uretrale è stato segnalato per avere recidiva dopo la resezione iniziale e questo evento è solo nell’uretra posteriore.
Istopatologicamente, i polipi uretrali sono descritti come polipi benigni composti da nucleo fibroso coperto da normale urotelio transitorio e talvolta si possono trovare aree di metaplasia squamosa e ulcerazione. I risultati istopatologici dei quattro casi in questo rapporto hanno confermato polipi fibroepiteliali senza evidenza di malignità.
I polipi uretrali, sebbene non comuni, sono più comuni nei maschi che nelle femmine. L’incidenza potrebbe non essere così bassa come riportato. Dovrebbero essere considerati nella diagnosi differenziale dell’ostruzione uretrale inferiore nei bambini maschi. Un alto indice di sospetto e possibilmente screening può essere di aiuto nel conoscere l’incidenza esatta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.