FED

Gen 11, 2022
admin

WASHINGTON (Reuters) – Gli Stati Uniti potrebbero ancora affrontare un’ondata di default del debito e “cali significativi” dei prezzi delle attività a causa della pandemia di coronavirus e della recessione, ha avvertito la Federal Reserve lunedì, in un duro promemoria l’economia è tutt’altro che fuori pericolo.

“Mentre molte famiglie continuano a lottare, i default dei prestiti potrebbero aumentare, portando a perdite materiali” per i creditori, ha detto la Fed nel suo ultimo rapporto semestrale sulla stabilità finanziaria. Il debito aziendale ” è aumentato bruscamente con l’aumento dei prestiti da parte delle imprese per superare il periodo di guadagni deboli. Il calo generale delle entrate associato alla grave riduzione dell’attività economica ha indebolito la capacità delle imprese di soddisfare tali obblighi.”

I prezzi delle attività ” rimangono vulnerabili a cali significativi nel caso in cui il sentiment del rischio degli investitori diminuisca o la ripresa economica si indebolisca.”

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

I commenti sono stati emessi in un giorno in cui i mercati azionari degli Stati Uniti è salito sulla notizia che un vaccino coronavirus può essere all’orizzonte-una possibile manna per le imprese e le famiglie a livello globale.

Nell’ultimo rapporto della Fed sulla stabilità finanziaria, a maggio, la banca centrale ha avvertito dei rischi “gravi” che il paese deve affrontare a causa del craterismo dell’attività economica. Nel corso dei mesi successivi i risultati peggiori sono stati evitati, in parte a causa dei prestiti della Fed e di altre azioni intraprese per mantenere i mercati finanziari funzionanti, e in parte a causa di altri programmi di trasferimento e concessione governativi che consentono a famiglie e imprese di continuare a pagare le bollette.

“Finora, le tensioni nei settori delle imprese e delle famiglie sono state mitigate da significativi programmi di prestiti e aiuti governativi e da bassi tassi di interesse”, ha detto la Fed lunedì.

Ma questo potrebbe cambiare a seconda del corso della pandemia e del corso della ripresa.

Le banche hanno rafforzato le loro riserve di capitale in base alle normative messe in atto dopo la crisi finanziaria 2007-2009 e sono “rimaste ben capitalizzate per tutto” la pandemia finora, ha detto la Fed.

Il rischio ora è se questo rimarrà il caso se la pandemia peggiora, inizia a rallentare il nascente rimbalzo del paese e spinge le imprese e le famiglie in default. Nonostante i risultati speranzosi di un vaccino annunciato lunedì da Pfizer (PFE.N), una nuova ondata di casi di coronavirus ha nuovamente iniziato a travolgere gli ospedali locali e ha portato alcune località a iniziare a imporre nuove restrizioni.

PUBBLICITÀ

La Fed ha osservato che il mercato immobiliare sta mostrando segni di tensione come aumento dei tassi di posti vacanti e la crescita degli affitti rallenta o diventa negativo. Circa il 7% dei titolari di età mort casa sono dietro sui pagamenti, rispetto a circa il 5% prima della pandemia, anche se la maggior parte sono in programmi di tolleranza con i loro istituti di credito.

Tra le piccole imprese “qualità del credito … è peggiorato in particolare dall’epidemia di COVID-19 e non si è ancora stabilizzato, con molte piccole imprese che chiudono o ridimensionano significativamente le operazioni durante la crisi”, afferma il rapporto

“Nel breve termine, i rischi associati al corso di COVID-19 e i suoi effetti sulle economie statunitensi e globali rimangono elevati”, ha riferito la Fed.

(Nel 2007, il film è stato distribuito in Italia con il titolo “La vita di un uomo”, mentre nel 2008 è stato distribuito in Italia con il titolo “La vita di un uomo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.